Il 19 gennaio 2020, nell’Ora della Misericordia, nella cappella della Casa Generalizia della Congregazione delle Suore Michelite, ha avuto inizio la peregrinatio della Croce.
Questa croce è una riproduzione dall’originale, che la nostra Cofondatrice la Venerabile Madre Anna Kaworek ha baciato tra le mani del beato Bronislao e che riavuto come “caparra” dell’amore di Cristo, quando è arrivata in quella che poi sarebbe stata la futura Congregazione.
Questa peregrinatio ha dato inizio al primo anno della novena giubilare in preparazione di centenario dell’approvazione della nostra Congregazione. Il tema di quest’anno è “La Croce come caparra dell’Amore di Dio, tratto dal diario di madre Anna. Il suo scopo è quello di approfondire la comprensione del carisma lasciata dai nostri Fondatori, in cui è iscritta la Croce di Cristo.
La Santa Croce benedetta dal vicario generale dei Padri Micheliti p. Raffaele Kamiński, è stata portata processionalmente dalla madre generale Julia Szteliga sulla tomba della Cofondatrice come rievocazione del memorabile evento della sua personale accettazione di questo segno dalla mano del Fondatore. Con questa cerimonia si è dato inizio alla peregrinatio della Croce in tutte le Comunità Michelite.

Sii benedetta o Croce, davanti al quale Padre Markiewicz e Madre Anna scoprirono la Volontà del Padre e sotto quale educarono orfani e bambini abbandonati, perché le ferite del loro cuore solo Tu poteva guarire.
Sii benedetta o Croce, santo Anello nunziale di ogni Michelita, che ha detto al suo Sposo “sì “per sempre”
(dall’Inno della Croce di s. Eliza CSSMA)