(ANS – Roma) – Le Giornate di Spiritualità della Famiglia Salesiana sono un appuntamento immancabile tra chi, pur nelle molteplicità dei diversi carismi, riconosce in Don Bosco un faro e una guida per la propria vita e la propria missione nella Chiesa e nella società. Infatti, vanno avanti da 40 anni e si sono tenute anche l’anno scorso, pur con le dovute modifiche e attenzioni, in un momento in cui la pandemia di Covid-19 ha mostrato il suo volto più duro. Attualmente il Segretariato per la Famiglia Salesiana, guidato dal Delegato Centrale del Rettor Maggiore, don Joan Lluís Playà, sta lavorando alla prossima edizione, che si terrà in modalità mista – in presenza a Torino-Valdocco, e con collegamenti digitali – dal 13 al 16 gennaio 2022.

Come da tradizione, le Giornate di Spiritualità, a livello tematico, serviranno ad approfondire il messaggio della Strenna del Rettor Maggiore per il nuovo anno. La linea guida, dunque, verrà tracciata sulla base del motto già annunciato nello scorso mese di luglio dal Rettor Maggiore – “Fate tutto per amore, nulla per forza” – un tema tratto dalla sapienza di San Francesco di Sales, il vescovo ginevrino che Papa Pio IX proclamò Dottore della Chiesa.

“Ci avvicineremo in questo modo al nucleo della spiritualità del santo che ispirò fortemente Don Bosco, san Francesco di Sales, nel IV centenario della sua morte (1622-2022). Sarà senza dubbio un’esperienza preziosa per la Famiglia Salesiana mondiale. Il buon lavoro delle Consulte e Consigli Ispettoriali e locali sarà decisivo per aiutarci a sentire e condividere lo spirito salesiano che ha, nel santo di Annecy, una delle sue principali fonti” ha spiegato don Joan Lluís.

Come nel 2021, anche per le GSFS 2022, le quarantesime della storia salesiana, ci saranno due diversi “livelli” di partecipazione: uno mondiale e uno regionale.

Il programma del livello “mondiale” sarà trasmesso in diretta da Torino, tutti i giorni dalle 13:00 alle 15:00 dell’ora italiana (UTC+1). Alle attività in loco è attesa la partecipazione di circa 250 persone, in rappresentanza dei 32 gruppi che formano il grande albero della Famiglia Salesiana. Le attività inizieranno giovedì 13 e si concluderanno domenica 16, con la celebrazione eucaristica presieduta dal Rettor Maggiore, Don Ángel Fernández Artime. Tutte le informazioni (programma, link per l’iscrizione e tutte le altre risorse) verranno poi fornite nello spazio web: https://famigliasalesiana.org

Il programma “regionale” sarà trasmesso dalla sede scelta da ciascuna Regione. I momenti specifici di questo livello saranno organizzati dalle équipe regionali e i loro responsabili invieranno agli iscritti tutte le informazioni necessarie per partecipare ai vari eventi previsti nelle rispettive regioni: America (un’unica regione per Interamerica e America Cono Sud); Africa e Madagascar; Mediterranea; Europa Nord-Orientale; Asia Sud; Asia Est e Oceania.

“Se le Consulte o i Consigli ispettoriali desidereranno – e potranno – tenere qualche incontro in presenza, ovviamente saranno libere di farlo. Celebrare l’Eucaristia insieme, comunicare esperienze, riflettere su un tema della realtà locale, vivere insieme festosamente… sono tutte iniziative che senza dubbio favoriranno lo spirito di famiglia tra i Gruppi locali” ha spiegato ancora don Joan Lluís.

In ogni caso, anche per chi seguirà le trasmissioni esclusivamente a distanza, don Joan Lluís rassicura: “Riusciremo comunque a vivere e a condividere momenti di convivenza fraterna e festosa”.